Provincia autonoma di Trento

Italia: la BEI fornisce 300 milioni di euro alla Provincia autonoma di Trento per progetti sostenibili e ricostruzione post-COVID-19

La banca europea sostiene la Provincia autonoma di Trento per tutti i progetti sostenibili del settore pubblico e la ripresa economica dall'impatto della pandemia di COVID-19 . Questo è l'obiettivo dell'accordo siglato oggi dalla Banca europea per gli investimenti (BEI), che fornirà 300 milioni di euro alla provincia italiana settentrionale, con una tranche iniziale di 160 milioni di euro già finalizzata.

La banca europea sostiene la Provincia autonoma di Trento per tutti i progetti sostenibili del settore pubblico e la ripresa economica dall'impatto della  pandemia di COVID-19  . Questo è l'obiettivo dell'accordo siglato oggi dalla Banca europea per gli investimenti (BEI), che fornirà 300 milioni di euro alla provincia italiana settentrionale, con una tranche iniziale di 160 milioni di euro già finalizzata. 

La Cassa del Trentino  - l'istituzione a sostegno dello sviluppo economico e della costruzione e gestione delle infrastrutture all'interno della provincia autonoma - sarà responsabile della canalizzazione delle risorse verso i comuni e gli enti pubblici.

In termini concreti, saranno ammissibili al finanziamento i progetti relativi alle infrastrutture pubbliche, all'efficienza energetica e alle fonti di energia rinnovabile, ai trasporti sostenibili, allo sviluppo urbano e al rinnovamento, nonché gli investimenti nella lotta e nella mitigazione dei cambiamenti climatici. A questi si affiancheranno eventuali progetti di comuni ed enti pubblici trentini che mirano ad alleviare gli effetti della crisi economica e sociale causata dalla pandemia e gettano le basi per una ripresa economica.

La durata dei prestiti può arrivare fino a 20 anni, con un periodo di grazia di quattro anni. Oltre ai vantaggi del finanziamento BEI - le cui proprie emissioni obbligazionarie con rating AAA gli consentono di offrire lunghe scadenze e tassi favorevoli ai beneficiari del prestito - gli esborsi dalla Cassa del Trentino saranno soggetti a una garanzia della  provincia  .

“Il Trentino ha una lunga storia di applicazione del finanziamento bancario dell'UE. Sono quindi molto orgoglioso che sia il primo in Italia a utilizzare le risorse che stiamo mettendo a disposizione di regioni e province per investimenti sostenibili e a guidare la ripresa dell'economia, che è stata duramente colpita dall'arresto dell'attività causata dal COVID- 19 pandemia " , ha dichiarato il vicepresidente della BEI Dario Scannapieco .

  • Il finanziamento finanzierà gli investimenti dei comuni e degli enti locali tramite la Cassa del Trentino.
  • Sosterrà le infrastrutture pubbliche, l'efficienza energetica e le fonti di energia rinnovabile, i trasporti, la lotta ai cambiamenti climatici e la ripresa a seguito della crisi causata dalla pandemia.
  • Una tranche iniziale di € 160 milioni è già stata finalizzata.

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Privacy policycookies